ITINERARIO DI DUE SETTIMANE IN RAJASTHAN

India. Un viaggio pensato a lungo. Infatti l’itinerario che volevo fare era già pronto da un paio di anni. E come prima volta la regione scelta è il Rajasthan: Terra di Maharaja e di magici forti. Così dopo tanto pensare il grande giorno è arrivato. Si parte per questo paese dai mille contrasti altrettanti colori e sorrisi. Preparate le valigie si va in Rajasthan.

PARTENZA: Aeroporto Marco Polo Venezia
ARRIVO:  Indira Gandhi International Airport Delhi
COMPAGNIA: Turkish Airlines
SCALO: Istanbul

Questa volta niente mezzi pubblici. Per girare l’India come piace a noi ci vuole tempo e non ne avevamo abbastanza. Così la soluzione è stata: macchina con autista. E che autista, il migliore in assoluto. Per noi è stato come un padre, una guida e un amico. Quindi per gli spostamenti era già tutto pronto e l’itinerario lo avevamo concordato insieme. Invece gli hotel li prenotavamo man mano. Non si sa mai che ci possa essere qualche imprevisto o deviazione lungo il tragitto. Il percorso è un po’ quello che fanno tutti, inclusa la deviazione ad Agra, per ovvi motivi. Ma andiamo con ordine.

 

VOLO E ARRIVO A DELHI

dscn4916
Siamo partiti il primo 1° da Venezia con la Turkish airlines con scalo a Istanbul. Siamo atterrati all’alba del giorno seguente ad aspettarci c’era il nostro autista Shivraj, che ci ha portati a casa sua per offrirci un’ottima colazione indiana. Ci siamo sentiti subito a casa. Essendo arrivati così presto la città dormiva ancora ma dopo poche ore siamo stati storditi da odori e rumori tipici di Delhi e della nostra tanto cara Asia. Con qualche zucchero in corpo partiamo per la visita della città. La Jama Majid, la moschea più grande dell’India è la nostra prima tappa. Per poi proseguire verso il Raj Ghat, il Gurdwara Bangla Sahib, il Rajputh con l’India Gate e il Rashtrapati Bavan. Concludiamo la giornata con la visita della tomba di Humayan. Stanchi crolliamo a casa di Shivraj, che gentilmente ci ospita per la notte.

Su cosa vedere a Delhi, vedi qui: COSA VEDERE A DELHI IN UN GIORNO

AGRA
Si parte con calma, direzione Agra. Questo significa Taj Mahal e io non vedo l’ora. Percorriamo la comodissima superstrada e in 3 ore arriviamo a destinazione. Lasciamo le valigie all’Hotel Maya e andiamo ad ammirare, prima il meraviglioso Red Fort e poi il favoloso Taj Mahal.

FATEPUR SIKRI E ABHANERI
Il quarto giorno è per lo più di spostamento verso la città rosa di Jaipur. Lungo la strada ci fermiamo a visitare la città fantasma di Fatehpur Sikri, che si trova non molto distante da Agra, per poi fare una breve deviazione ad Abhaneri, dove c’è uno dei pozzi a gradini più belle di tutto il Rajasthan. In serata raggiungiamo Jaipur e il nostro alloggio, l’Hotel Glitz.

Su cosa vedere ad Agra e dintorni, vedi qui: AGRA E DINTORNI: COSA VEDERE

JAIPUR

dscn5136
Giorno dedicato alla visita di Jaipur, la splendida città rosa. L’Amber Fort è assolutamente da non perdere. Se volete lo potete raggiungere anche a dorso d’elefante. Prendetevi tutto il tempo per ammirare la magia di questo luogo che più che un forte è proprio un palazzo da mille e una notte. Non perdetevi l’Hawa Mahal, detta la casa del Vento e il Jantar Mantar, un osservatorio astronomico che sembra tanto un parco giochi. Ovviamente il famoso City Palace di Jaipur con le sue porte colorate non può mancare.

PUSHKAR
I chilometri non sono molti e nel primo pomeriggio arriviamo all’Hotel Pushkar Legacy di Pushkar. Ma prima saliamo in funivia per una veduta dall’alto della città e del deserto. La città è famosa per la più grande fiera dei cammelli. Rientrati in centro visitiamo il tempio Sikh, il tempio Indù dedicato a Brahama e il lago con i suoi 52 gahat. Pushkar è un ottimo luogo dove fare affari e portarsi a casa qualche souvenir.

UDAIPUR

dscn5560
Sarà stata l’aria di festa e l’hotel impeccabile. Ma Udaipur l’abbiamo amata. Prima di raggiungerla abbiamo fatto un paio di soste: la prima per visitare l’Eklingi Temple un complesso di 108 templi  hindu. La seconda è Nagda antica capitale del Mewar, della quale restano solo pochi templi, ma ben conservati. Arriviamo a Udaipur, dove trascorreremo due notti all’Hari Niwas Guesthouse . L’attrativa principale è il suo palazzo, che con la sua facciata lunga 244 m e alta 30 m è il più grande del Rajasthan. In centro città non perdetevi la visita del Jagdish Temple e della Bagore-Ki-Haveli, l’equivalente delle nostre ville di un tempo. Poco fuori dal centro si trova il giardino delle damigelle, dove è possibile visitare mostre fotografiche e camminare lontani dal caos. Amate i tramonti? Raggiungete il Sunset Point e godetevi la vista dei monti del lago che incorniciano Udaipur.

Per la recensione del nostro hotel a Udaipur vedi qui: HARI NIWAS GUEST HOUSE RECENSIONE

RANAKPUR
La nostra metà della giornata è Ranakpur, dove non c’è nulla se non tanta pace e tranquillità immersi nel verde. Ma lungo il percorso fermatevi a visitare l’imponente forte di Kumbhalgarh dove i suoi 36 km di mura fanno pensare alla Grande Muraglia Cinese. proseguiamo andiamo a vedere il Chaumukha Mandir, il più grande complesso giainista di tutta l’India. La notte la trascorriamo all’hotel “Casa de Ranakpur“.

JODHPUR

dscn5795
La città blu, con il suo Mehrangarh Fort, il bazar e la torre dell’orologio, è il classico esempio di una tipica città indiana. Incredibilmente bella quanto caotica e maleodorante. Qui si trova anche un Taj Mahal in miniatura fatto costruire dalla Marani per il suo amato. Prima di dedicarci alla visita della città ci fermiamo in un villaggio Bishnoi. Si tratta di un’antica popolazione che vive alle porte di Jodhpur. La notte la trascorriamo al Gouri Haveli.

DESERTO DEL KHURI
Non ci siamo fatti mancare proprio nulla e dopo una sosta al tempio Hindù  di Osian, eccoci nel deserto del Khuri. Dopo una cammellata al tramonto ci aspetta una festa con balli, canti e cibo indiano al “Safari resort Khuri“.

JAISALMER

dscn6182
Jaisalmer è un altro gioiellino da non perdere. La vista da lontano del suo forte che sorge dalla sabbia, sembra proprio un miraggio. Ma in realtà è tutto vero e gli interni sono strepitosi. Per non parlare delle Haveli sparse per la città. Qui abbiamo dormito al “Neema Haveli” .

BIKANER
Bikaner ci ha delusi. Forse la stanchezza e il caos hanno avuto la meglio. In ogni caso il suo forte in centro città vale la pena una sosta. La notte l’abbiamo trascorsa presso l’Hotel Harasar Haveli

MANDAWA

dscn6405
Ultima tappa del nostro tour è la città di Mandawa. Famosa per le sue splendide Haveli che trovate in ogni angolo della città. Bellissime case con gli interni dipinti che purtroppo non sempre vengono valorizzate. Quelle tenute meglio sono state trasformate in hotel, come quello nel quel abbiamo soggiornato noi, l’ Hotel Heritage Mandawa.

Ecco questo è stato il nostro viaggio di due settimane in Rajasthan che ci ha incantati e che consigliamo a chi vuole iniziare ad assaporare l’India.

Categorie Viaggi che passione, Viaggi in movimentoTag , ,

Un pensiero riguardo “ITINERARIO DI DUE SETTIMANE IN RAJASTHAN

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close