GIORNO 5: VOLANDO VERSO NORD

Ci siamo! Nuovamente su un aereo. Abbiamo preso più aerei in questi 4 giorni di Vietnam e Cambogia che in 30 anni. Stavolta si vola verso nord, precisamente ad Hanoi. Lasciare Phu Quoc non è facile, ma siamo certi che la capitale del Vietnam avrà tanto da offrirci. Quindi tutti a bordo, il volo sta per decollare.
DSCN7295
Per raggiungere Hanoi siamo costretti a tornare a Ho Chi Minh City, in quanto non ci sono voli diretti da Phu Quoc per la capitale. Purtroppo non siamo riusciti a trovare partenze che coincidessero con il volo in arrivo dall’isola, quindi ci troviamo costretti a trascorrere qualche ora in città e successivamente tornare in aeroporto per decollare.
Per trascorrere il tempo scegliamo di andare a mangiare qualcosa in centro. Ma prima dobbiamo organizzarci con le valigie: decidiamo di lasciarle al deposito bagagli dell’aeroporto in modo tale da poter visitare più agevolmente la città. Con un taxi ci lanciamo nel traffico di Ho Chi Minh City e oggi sembra essercene parecchio. La nostra destinazione è il Museo della Guerra, ma la fortuna non ci assiste: purtroppo chiude alle 17.30 e noi arriviamo alle 17. Non conviene pagare per entrare solo mezz’ora e non vedere praticamente nulla.
Sconsolati ci dirigiamo verso una pagoda nei dintorni, ma troviamo chiusa anche quella. Allora facciamo due passi in direzione dell’aeroporto e ci godiamo lo spettacolo caotico del traffico di Ho Chi Minh City. Vi assicuriamo che non vi annoierete a passeggiare per le strade della città, anzi sarà un divertimento che ricorderete a lungo. Motorini che sfrecciano in qualunque direzione e pur di riuscire a passare salgono persino sui marciapiedi, obbligandoci a spostarci per non venirne travolti.
Senza rendercene conto è ora di tornare in aeroporto per il nostro ultimo volo in terra vietnamita. Trovandoci un pochino lontani chiamiamo un taxi, così da essere certi di non perdere il volo.
DSCN7313
Ma la fortuna oggi proprio non ci assiste. Il nostro aereo ha un’ora di ritardo. Ci mettiamo il cuore in pace e aspettiamo, più o meno pazientemente. Dopo un pò finalmente ci imbarchiamo e decolliamo verso il nord del Paese.
Arriviamo ad Hanoi stanchi morti, ma fortunatamente avevamo richiesto all’hotel il servizio navetta, anche perché l’aeroporto si trova ad una trentina di chilometri dal centro e in più è notte fonda. Ma oggi non sembra proprio la nostra giornata. Ad aspettarci non c’è nessuno. Che fare? Aspettiamo, pregando che arrivi qualcuno. Finalmente quel qualcuno arriva… Le nostre preghiere sono state ascoltate!
Comodamente seduti in auto e con l’aria condizionata come sempre molto alta raggiungiamo il nostro alloggio.
L’ostello è situato proprio in centro di fronte ad un lago dove la leggenda narra che ci viva da secoli una tartaruga gigantesca. Vederla sarebbe davvero un colpo di fortuna, e in questo momento ci farebbe molto comodo.
In ogni caso siamo arrivati a destinazione ed è ora di andare dormire. Noi fermi proprio non ci sappiamo stare, infatti già domani ci aspetta un altro spostamento, stavolta in bus, un mezzo che noi amiamo moltissimo!
DSCN7311
Categorie Viaggi che passione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close