VIAGGIO ON THE ROAD IN PROVENZA

Primavera. Quando penso a questa stagione le prime cose che mi vengono alla mente sono le giornate che lentamente iniziano ad allungarsi, i primi caldi che fanno venire voglia di stare all’aria aperta e i prati in fiore, che con i loro colori mettono allegria. Così per inaugurare questa stagione abbiamo optato per un viaggio nella regione dove il colore predominante è il viola. Pronti a scoprire le tappe del nostro viaggio on the road in Provenza?

AIX EN PROVENCE

La città delle mille fontane è un gioiellino da godersi con lentezza. Passeggiate su Cours Mirabeau, centro nevralgico della città. Ai lati di questo viale potrete ammirare dei bellissimi  palazzi d’epoca. Ad Aix il pittore Cezanne vi trascorse gli ultimi anni della sua vita ed è possibile visitare il suo Atelier. Perdetevi per le stradine e visitate le varie chiese sparse in città tra le quali, St-Jean-de-Malte, Ste-Marie-Madelaine ed ovviamente la Cattedrale St-Sauyeur. Da qui proseguite lungo la via per  arrivare alla Torre dell’Orologio e alla sua piazza.

SALON DE PROVENCE

Trascorrete qualche ora nella tranquilla Salon de Provence. Qui venne trasferita la salma di Nostradamus ed è per questo motivo che è stato edificato un museo in suo onore. Altra cosa da visitare è il Castello de l’Emperi dal quale si gode una bellissima vista sui tetti della cittadina.

AVIGNONE

Adagiata sulle sponde del fiume Rodano, la Città dei Papi merita assolutamente una visita. Attrattiva principale è il famoso Palazzo dei Papi. Ammiratene la grandiosità ed entrate nella storia curiosando nelle varie sale accessibili al pubblico. Infine arrivate in cima ad una delle torri ed godetevi la vista dall’alto di Avignone. Un altro luogo di grande interesse e anche molto fotografato è il Ponte di St. Bénézet, noto anche come ponte di Avignone che da anche il titolo ad una famosa canzone. Questo ponte collegava il centro cittadino con la vicina Villeneuve. Purtroppo resta solo una parte della costruzione originaria. Sparsi per tutta la città ci sono vari musei. Ma se vi volete godere un pò di tempo all’aria aperta spostatevi nella vicina Piazza dell’Orologio e perdetevi nell’andirivieni della gente.

ST. REMY

Mi vedevo già trasferita in questo piccolo paese . Con la mia bicicletta con il cestino in vimini a percorrere le piccole stradine della città salutando tutti con un caloroso “Bon jour”. Ammirando i piccoli “atelier” e gustando un’eccezionale colazione in una delle tante pasticcerie sparse qua e là. Vi chiederete tutto qui? No, St. Rémy è nota per aver dato i natali a Nostradamus. Infatti qui si può trovare la sua casa e anche una fontana intitolata a suo nome. Inoltre è anche famosa in quanto il noto pittore olandese Vincent Van Gogh venne ricoverato nel vicino manicomio Saint Paul de Mausole, dove dipinse alcuni dei capolavori più noti. Spostandosi fuori dal centro, a pochi chilometri in direzione sud, c’è il sito archeologico di Glanum. Qui è possibile ammirare alcuni resti di epoca romana.

ARLES

Arles ha un centro cittadino a misura di uomo, ma con un patrimonio immenso. Ad ogni angolo questa città offre qualcosa da vedere, possiamo dire che sia un museo a cielo aperto. L’anfiteatro Les Arènas e il teatro antico sono tenuti in ottimo stato e ancora oggi utilizzati per vari spettacoli. Da vedere anche le Terme di Costantino e la necropoli Les Alyscamps. Anche in questa città Van Gogh ha lasciato il segno ed è possibile visitare la città seguendo proprio il circuito che vi  mostrerà alcuni angoli di Arles dipinti dall’artista.

VALENSOLE, LE GOLE DEL VERDON E LA CAMARGUE

E dopo tante cittadine con cultura e storia ci sta anche perdersi un pò nella natura.  La Provenza è nota a tutti quanti per i colorati campi di lavanda e un luogo perfetto dove vederla è l’altopiano di Valensole. Il periodo migliore va da metà giugno fino alla metà di luglio. Campi immensi che si tingono di viola e che sono davvero una bellezza per gli occhi.

Volete un pò di adrenalina? Visitate le gole del Verdon seguendo la Corniche Sublime che vi darà scorci mozzafiato su questo luogo magico. Le gole sono lunghe 25 chilometri e le pareti arrivano fino a 1500 metri al di sopra del  fiume color smeraldo che scorre a valle nel quale è possibile fare un giro in canoa.

 

Saline, risaie e paludi, ecco la Camargue. Detta così non invoglia ma per chi ama la natura è un posto davvero stupendo. Tori, cavalli e gli splendidi fenicotteri rosa la fanno da padrona.

Categorie Viaggi che passione, Viaggi in movimentoTag

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close