WEEK END LUNGO TRA GROTTE E CASTELLI

Si avvicina un weekend lungo e ovviamente il pensiero è “dove si potrebbe andare?”. Bèh, le mete sono tante, e i giorni ovviamente sono pochi. Solitamente i prezzi dei voli, anche delle compagnie low cost, salgono alle stelle, e per di più bisogna mettere in conto qualche ora di preparazione in aeroporto, quindi stavolta può venire in soccorso la cara automobile, ma il dubbio resta “dove andare?”. Ecco l’illuminazione: Slovenia.

E ritorna alla mente un luogo dell’infanzia, misterioso, magico, nel cuore della terra: le Grotte di Postumia! E come una bambina alle giostre mi riempio di gioia. Finalmente il viaggio prende forma. Ma poi verso dove proseguire? Ormai la testa è partita per la tangente ed ecco che magicamente crea la soluzione: il Lago di Bled!

Poco prima di partire stampiamo la strada per arrivare alle grotte e avendo poco tempo a disposizione, decidiamo di pagare la vignetta per utilizzare le autostrade in Slovenia: 15,00 € per una settimana. Inoltre per evitare code prenotiamo anche il biglietto di entrata per la visita delle grotte e il castello di Postumia, sul sito .
Valigie, in macchina e finalmente via! Piccolo inconveniente, la sveglia non suona e si parte con un po’ di ritardo.
Raggiungiamo le grotte in qualche ora, ma purtroppo non arriviamo per quella prenotata . Ma nessun problema. si va alle casse e gentilmente ci modificano l’ora d’entrata.
La visita dura una buona ora e mezza e i primi 10 minuti si trascorrono sul trenino che ci porta velocemente al interno delle grotte. Lo spettacolo è meraviglioso: quella che la natura riesce a creare con rocce e acqua è da togliere il fiato.
Scesi dal trenino si cammina per 45 minuti circa, e ogni tanto ci si ferma ad ascoltare la guida che spiega la storia e le particolarità della grotta. È un mondo magico e l’ora e mezza passa senza nemmeno accorgersene! Alla fine della grotta conosciamo anche l’abitante di questo luogo: il proteus. Una specie di lucertola completamente bianca e non vedente.
Usciamo e ad attenderci c’è un cielo plumbeo e grigio, ma non importa non sarà questo a rovinarci la mini-vacanza!

Prendiamo la macchina e proseguiamo verso il castello di Predjama, che si trova solo 9 Km dalle grotte. È molto particolare perché è incastonato nella roccia e si mimetizza completamente nel paesaggio. Ci perdiamo nelle leggende del luogo e del suo abitante, il Cavaliere Erasmo di Predjama, il quale visse nascosto in questo castello per molti anni. Ai piedi del castello scorre un fiume che conduce ad una grotta che è visitabile da maggio a settembre, quindi per stavolta visitiamo solo le stanze del castello. In un’oretta finiamo il giro così ci dirigiamo verso il lago di Bled, ultima tappa del viaggio.

In un paio di ore raggiungiamo l’albergo. Purtroppo la pioggia ci fa compagnia anche al lago ma felici di essere arrivati ci prepariamo per uscire a cena. Visto che non conosciamo il posto e il tempo è tiranno, tramite l’albergo abbiamo prenotato un tavolo al ristorante “Panorama”, ad un paio di minuti a piedi dall’hotel. Il locale è molto carino e c’è anche musica dal vivo, o meglio, musica da balera, quindi oltre a mangiare dell’ottimo cibo, ci divertiamo a guardare la gente tutta presa a ballare. Vi consigliamo vivamente il dolce tipico di Bled: una millefoglie che è la morte sua!
Con la pancia piena torniamo verso l’albergo per una sana dormita! Domani ci attende una giornata di cammino e ovviamente di relax.

Per il secondo giorno abbiamo in programma una piccola escursione alla gola di

Vintgar, raggiungibile in pochi minuti di macchina. Si tratta di un percorso su passerelle, sentiero e piccoli ponti al interno della gola, fino a raggiungere una piccola cascata. La stagione non è ancora nel pieno quindi alcuni pezzi di strada sono in fase di manutenzione, ma si passa in ogni caso. Inoltre al momento non si paga il biglietto! L’acqua è cristallina e, se non fosse per la rigida temperatura, viene voglia di fare un tuffo e si può tranquillamente pensare di essere nelle acque dei Caraibi o della Sardegna. Raggiungiamo la cascata e invece di rientrare dalla stessa parte prendiamo il sentiero che porta alla chiesetta di Santa Katerina che sovrasta tutta la valle. Peccato per la giornata nuvolosa e fredda perché il luogo invoglia a rilassarsi e a camminare all’aria aperta. Raggiunto il punto opposto alla cascata rientriamo alla macchina e andiamo vero il Castello di Bled ma decidiamo di non visitarlo visto l’eccesivo costo del biglietto, 9.00 €. Così ci rifocilliamo con un ottimo pranzo a base di “Cibacici” e poi via verso la piscina convenzionata con l’albergo, nella quale trascorriamo qualche ora e ci facciamo un’ottima pennichella!In serata rientriamo in hotel molto rilassati e ci concediamo una pizza e una piccola passeggiata per rigenerarci un po’! Domani ultimo giro in questo luogo meraviglioso.

Purtroppo la vacanza volge al termine ma visto che un timido sole fa capolino non ci facciamo mancare una tranquilla camminata intorno al lago. Visto che le nuvole iniziano ad avanzare minacciose ci godiamo un buon caffè caldo e torniamo in albergo. Nel giro di qualche minuto il tempio cambia completamente ma è ormai ora di rientrare in Italia e a salutarci da Bled ci pensa la neve che ha iniziato a scendere.

Categorie Viaggi in movimentoTag

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close