PISA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

Pisa ha da sempre ricoperto un’importanza storica, artistica e culturale notevole, ed è conosciuta in tutto il mondo principalmente per la sua “torre pendente”. Direi che ha tutte le carte in regole per essere una delle mete italiane da visitare almeno una volta nella vita e visto che non ci sono mai stata prima, ecco la mia occasione. Allora, siete pronti a scoprirla?

Se arrivate in macchina, o anche in camper, una volta giunti in città vi consiglio di parcheggiare in prossimità del centro dove c’è la possibilità di trovare anche dei parcheggi gratuiti. Accedete al centro attraversando l’arco di San Zeno dove sulla sinistra potrete trovare l’omonima chiesa per poi proseguire passando per Piazza Martiri della Libertà fino alle terme di Nerone. Da qui volgete lo sguardo verso il lungo viale Card. Maffi alla vostra sinistra dove ammirerete in tutto il suo splendore la Torre di Pisa, con il Duomo ad incorniciarla.

Che sia la prima o la millesima volta che si visita Pisa, fare un salto ad ammirare l’emblema della città è d’obbligo. La Torre di Pisa venne costruita tra il XII e il XIV secolo. Per chi non lo sapesse, pur essendo separato dalla cattedrale, rappresenta il suo campanile. La torre è pendente a causa di un cedimento del terreno, ma grazie alle leggi della fisica continuerà a restare in piedi. Per salirci vi dovrete armare di tanta pazienza e pagare 18€ a persona per accedervi ad orari prestabiliti.’occhiello dell’Istruzione italiana, e il Palazzo dell’Orologio. I resti su cui sorge furono teatro della triste vicenda del Conte Ugolino, riportata niente di meno che da Dante nella sua Commedia. Sul lato opposto si erge invece la Chiesa di Santo Stefano.

Continuiamo seguendo Borgo Stretto e fiancheggiamo la chiesa di San Michele in Borgo fino a raggiungere il Ponte di Mezzo. Si chiama così perché è quello posto proprio a metà del centro città. Inoltre da qui si può godere di una splendida vista lungo il fiume Arno. Superatelo e percorrete Corso Italia, dove potrete fermarvi a fare un po’ di shopping o a gustarvi un ottimo piatto della cucina pisana, fino a raggiungere Piazza Vittorio Emanuele.Una volta raggiunta quest’ultima tornate verso il fiume perdendovi tra le vie e godendovi gli scorci che offre Pisa e se avete del tempo fermatevi a Palazzo Blu sul Lungarno Sonnino per vedere una delle tante mostre in esposizione temporanea. Altrimenti passeggiate costeggiando il fiume e fermatevi ad ammirare la piccola e graziosa Chiesa di S. Maria di Spina, un vero gioiello in stile gotico.

In alternativa, o a completamento, attraversando il Ponte alla Fortezza per tornare nella parte Nord della città troverete il Museo Nazionale, Palazzo Toscanelli e Palazzo Medici, ora sede della prefettura. Proseguendo ci imbattiamo nella chiesa di San Francesco da dove possiamo decidere se tornare verso San Zeno oppure chiudere il giro procedendo verso Piazza del Duomo per dare un ultimo sguardo a questo splendido complesso architettonico che tutto il mondo ci ammira e diciamo la verità che un po’ ci invidia.

Categorie Viaggi che passione, Viaggi in movimentoTag ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close